riassunti riviste nte

consigli > rivista nte

I'm sicuramente good in Inglese!

Sull'importanza del multilinguismo

Hai fatto uno stage in lingua araba in Medio Oriente; preso corsi di spagnolo a scuola; coltivato il tuo tedesco qua e là a Berlino; quanto all'inglese, dai ormai del 'tu' a Shakespeare, sin da piccolo. Oppure semplicemente parli già correntemente due lingue, perché sei bilingue? Non esitare allora, queste attitudini linguistiche sono tante corde al tuo arco, che ti permetteranno di mirare sempre più in alto.

È bene che tu sappia che esistono due tipi di lingue: quelle che sono direttamente utili ai compiti che ti verrannoassegnate nel tuo lavoro e quelle che  servono a dimostrare la tua apertura intellettuale e culturale al datore di lavoro.

Lingue correnti

Tra le lingue maggiormente richieste - a meno che il tuo posto di lavoro sia particolarmente tecnico da non richiedere specializzazioni linguistiche - si possono contare il tedesco, l'inglese ma anche lo spagnolo e l'italiano. Cerca, nella misura del possibile, di far validare le tue conoscenze in queste lingue con dei diplomi. Servono sforzi e costanza, ma rassicurano il datore di lavoro sulle tue effettive capacità.

...o esotiche

La seconda categoria è più specifica. Può raggruppare certe lingue esotiche o la tua propria lingua materna. Nel primo caso, aver imparato quella lingua sarà un vantaggio considerabile. Cerca di puntare sugli sforzi che l'apprendimento di quella lingua ha necessitato. E se sei di lingua madre straniera, cerca di sottolineare la tua flessibilità e tolleranza dati dalla tua competenza ormai acquisita di poter fare 'salti' tra due culture linguistiche.

Una cosa rimane sicura : mostrare le capacità di gestire più lingue è diventato oggi un must, nella ricerca di un impiego. Essere poliglotti moltiplica le chances di essere considerati dal mondo del lavoro. Quindi, do you speak English?

 
 
powered by [kesako]